Come intervenire contro l’eccessiva umidità in casa

Le cause che possono determinare un’eccessiva presenza di umidità in casa sono molte e diversificate: infiltrazioni d’acqua provenienti dall’esterno, eccessivo isolamento termico, scarsa ventilazione, umidità di risalita e molto altro. In realtà poi una delle cause primarie di umidità in casa è rappresentata proprio dalle persone che vi vivono e che la producono attraverso la respirazione o la sudorazione, fenomeni che possono comportare un aumento dell’umidità addirittura fino all’80%.

 

Spesso si crea un eccesso di umidità anche durante il bagno o la doccia, o quando si cucina. Infatti è proprio in questi ambienti che si osserva maggiormente la presenza di condense e di muffa, in particolare con macchie scure sulle pareti, negli spigoli, ovvero quelli che sono i punti più freddi dei muri. Inoltre possono anche verificarsi distacchi sui soffitti o sulle pareti o addirittura il sollevamento del parquet.

 

La formazione di muffe conseguente a questo eccesso di umidità è particolarmente nociva per la salute, dato che rappresenta terreno fertile per la proliferazione di batteri ed acari. Questi ultimi non trasmettono malattie, ma rilasciano comunque dei fastidiosi allergeni che provocano allergie e malattie delle vie respiratorie, in pericoloso aumento negli ultimi anni, soprattutto tra i bambini.

 

Il problema dell’umidità si presenta prevalentemente nella stagione invernale e soprattutto nelle zone molto piovose. Come agire dunque per eliminare il problema dell’umidità e della muffa? È necessario iniziare intanto con alcuni accorgimenti, che in alcuni fortunati casi potrebbero anche bastare per eliminare il problema. Quindi, limitare il vapore in eccesso in bagno o durante la doccia, magari azionando un’apposita ventola in bagno o la cappa in cucina. Bisogna poi aprire, anche leggermente, le finestre, soprattutto nelle belle giornate soleggiate ed evitare di lasciare gli stendini con i panni bagnati in casa. Per scongiurare fenomeni di ristagno dell’acqua consigliamo inoltre di annaffiare le piante da interno con moderazione, soprattutto negli ambienti già umidi.

Quando poi tutto questo non basta si può intervenire con un deumidificatore, elettrico o anche naturale, in grado di assorbire l’umidità in eccesso dagli ambienti. Il sale ad esempio è un ottimo rimedio naturale “della nonna” contro l’umidità, si possono utilizzare le famose, e anche decorative, lampade di sale dalle proprietà assorbenti.

 

Naturalmente ogni caso è diverso dall’altro, e non tutte le problematiche di umidità si possono purtroppo contrastare con sistemi così semplici.  Ad esempio, se si vive nel centro storico di Firenze, a volte è necessaria una più o meno profonda ristrutturazione del proprio appartamento a causa dell'umidità, magari approfittando anche delle detrazioni fiscali.

 

Esistono in commercio dei prodotti appositi contro l’umidità, da applicare sulle macchie di muffa. Sono prodotti a base di candeggina che, in effetti funzionano, ma che non impediscono di certo al problema di tornare, si tratta quindi di tamponamenti momentanei. Così come le apposite vernici antimuffa e antiumidità possono, in un primo momento, nascondere il problema. Il guaio però è che se non si risolve alla fonte l’umidità tornerà a ripresentarsi puntualmente l’inverno successivo. Quando gli intonaci sono ammalorati dall’umidità diventa quindi necessario un lavoro più profondo, eliminare quindi  tutta la parte degradata e sostituirla con un intonaco apposito a prova di umidità. È un lavoro che consigliamo di fare in fase di ristrutturazione di ville a Fiesole o Firenze, in un momento in cui non si abita in casa e non sono presenti mobili. Ad ogni modo teniamo a sottolineare che il problema umidità va senza dubbio affrontato al più presto, perché può essere davvero dannoso per la salute, e che ogni soluzione antiumidità deve essere personalizzata in base a diversi fattori: zona, clima, ambiente, tipologia di umidità e altri elementi.

 

 

Contattateci per un appuntamento

o compilate il nostro modulo online.



Per informazioni relative a ristrutturazioni e altri interventi di edilizia abitativa o industriale, contattateci ai numeri:

 

cell. 335/382078

info@marec.it 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© MAREC Via dei Buonarroti Simoni n. 1- 50135 Firenze - Partita IVA:06315380482